Maturità 2020: maxi orale dal valore di 40 punti

Assenza di scritti, sistema di punteggio rivisto e un piccolo aiuto per rompere il ghiaccio.

Durante una recente intervista, la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha svelato alcuni aspetti della maturità 2020. Il maxi-orale, che con molta probabilità verrà svolto in presenza, avrà un valore di 40 punti. In via Trastevere è stato deciso di valorizzare maggiormente il percorso di studi rispetto al passato, rivedendo il punteggio tradizionalmente associato alle prove. Il risultato della scelta si concretizza con la possibilità per gli studenti di avere fino a 60 punti di partenza (i crediti curricolari variano in base all'impegno e ai risultati ottenuti nel triennio). In aggiunta a ciò, nell'ottica di agevolare i maturandi, verrà data la possibilità di far partire l'Esame da un argomento sulle materie d'indirizzo. Quest'ultimo, scelto insieme ai professori, non sarà una tesina, ma un piccolo aiuto per rompere il ghiaccio durante l'orale.

 

La maturità, come inizialmente previsto, partirà il 17 giugno 2020.

 

Fonte: la Repubblica