Maturità 2020: via le buste dal colloquio orale!

Cambia la modalità di avvio della prova orale.

Oggi, in occasione della presentazione delle materie della seconda prova della maturità 2020, la Ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha svelato alcuni aspetti della prova orale. Quest'anno non ci sarà, all'inizio del colloquio, il sorteggio fra tre buste, previsto invece lo scorso anno per dare avvio alla prova.

“La vostra commissione predisporrà il materiale da cui far partire il vostro orale che valorizzerà al massimo il vostro percorso di studi”

La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina

 

Il colloquio sarà pluridisciplinare. Ciascuna commissione predisporrà i materiali di partenza da sottoporre agli studenti (potranno essere un testo, un documento, un’esperienza, un progetto, un problema). Il lavoro dei commissari si baserà su quanto studiato dai ‘maturandi’ durante il loro percorso scolastico (farà fede il documento predisposto dai docenti di classe). Niente sorteggio fra le buste, dunque. Al momento dell’inizio della prova, la commissione sottoporrà uno spunto al candidato, che rappresenterà, comunque, solo un momento di avvio del colloquio.

 

Fonte: Miur